L’agricoltura sociale non è considerata solo forma di occupazione salutare, un’oasi di pace e ben-essere ma può essere anche proposta come terapia in senso specifico e come abilitazione, con una metodologia ragionata. L’Agricura® è un sistema di cura che integra in modo ragionato e coerente l’intervento clinico oppure le pratiche abilitative con specifiche attività agricole. L’agricura® è una metodologia scientifica di cura che non è estranea al dibattito delle scienze e delle filosofie perché non può fare a meno del pensiero e della parola.

I traguardi terapeutici, per esempio, (il trattamento delle forme dell’angoscia, il lavoro sulla compulsività e la dipendenza, la rielaborazione delle figure genitoriali), la quotidianità relazionale (l’interiorità emozionale, la relazione affettiva, la sessualità e il piacere), il percorso dell’autonomia (la focalizzazione dello stile di vita, la gestione delle regole e il rapporto con la legge, l’assunzione di responsabilità) sono quotidianamente affrontati non solo nelle sedute o nelle terapie di gruppo ma anche negli atelier agricoli.
 
  Più specifiche sono invece le applicazioni dell’agricura® nell’abilitazione per i disturbi dello spettro autistico e riguardano, per esempio, la difficoltà nella comprensione, la condivisione di emozioni e interessi di altre persone, la capacità di attenzione, la gestione dei comportamenti ossessivi, degli schemi motori ripetitivi, delle abitudini ritualistiche e compulsive.

L’agricura® attiva, studia e restituisce alla consapevolezza le forme di vitalità. Coinvolge grazie alle manifestazioni vitali che evocano e fanno risuonare. L’agricura® trova sollievo e senso nell’immersione più profonda possibile nella vita della natura. I laboratori pre-lavorativi perseguono e rinsaldano specifiche abilitazioni personali e sociali in vista degli stage lavorativi (in senso ampio) previsti.
 
  Lavorando con la terra (e con la qualità dell’alimentazione) si agisce sul proprio mondo interno e si attivano le risorse personali. L’agricura® persegue quindi un "approccio ecologico" perché sono presi in considerazione i livelli più ampi possibili di collegamenti: la persona con la sua famiglia, la famiglia con la comunità territoriale, i consumi individuali e di comunità: una rete sociale, la più vasta possibile.
L’agricura® risponde al dolore ampliando e rendendo efficaci le forme vitali, creando relazioni empatiche, attivando automatismi funzionanti (postura, eloquio, forme di autonomia), stimolando il senso d’identità personale e sessuale, offrendo la possibilità di copiare e introiettare modelli, insegnando ad accettare sconfitte parziali, ad avere capacità riparativa verso gli altri e verso se stesso. Questo approccio si rivela particolarmente adeguato al nuovo quadro epidemiologico, caratterizzato dalla crescita delle malattie antropogene ("patologie della modernità" disagi di origine sociale) rispetto a quelle fisiogene (di origine naturale).  
(Questa pagina è stata consultata: 6799 volte, dal 05/01/2018)